Questo sito utilizza i cookies per analizzare la navigazione dell'utente. Se continui a navigare o chiudi questa notizia, ne accetterai l'uso.

Progetto Life+ AGRICARE Innovative Green Farming

AZIONI DIMOSTRATIVE

Come tutte le altre aziende di Veneto Agricoltura, anche l’Azienda pilota e dimostrativa Vallevecchia ha quale scopo essenziale quello di testare e mettere a punto tecniche innovative e a basso impatto ambientale favorendone il trasferimento alle imprese agricole. A tal fi ne l’azienda è completamente utilizzata per sperimentazioni.


In conseguenza della spiccata caratterizzazione naturalistica del contesto territoriale nel quale si svolgono le attività agricole, il tema sperimentale dell’azienda è valutare se e come può convivere un’agricoltura sostenibile, tecnicamente avanzata e redditizia con un ambiente altamente qualifi cato e diversifi cato come quello di un’area a tutela ambientale (ZPS e SIC) che è interessata anche da una signifi cativa fruizione turistica e naturalistica, come descritto nella scheda sulla gestione ambientale del territorio di Vallevecchia.
In questa prospettiva assumono particolare valore le numerose sperimentazioni:

  • di supporto alle imprese agricole impegnate nel rispetto dei principi della Condizionalità e a quelle interessate ad aderire alle diverse misure agro-ambientali e agro-forestali del Programma di Sviluppo Rurale (PSR).
  • per l’attuazione della Direttiva 2009/128/CE che richiede l’applicazione della Difesa integrata per tutte le colture, a partire dal 2014; l’azienda ospita sperimentazioni e strumenti di monitoraggio che alimentano le informazioni del “Bollettino colture erbacee”, un servizio per la razionalizzazione degli interventi di controllo delle avversità con positivi effetti sulla riduzione dell’ impatto ambientale e dei costi di produzione.

Le risultanze delle sperimentazioni sopra riportate vengono progressivamente considerate nella valutazione degli scenari generali dell’agricoltura del futuro che sono a confronto nell’azienda, sia per dare risposte agli agricoltori sia per evidenziare le soluzioni per la sostenibilità dei diversi approcci agricoli e le potenzialità di questi ultimi nel contrasto al cambiamento climatico. A tal fi ne, attualmente sono in attuazione a Vallevecchia, ben tre progetti LIFE+ altamente innovativi, sinergici tra loro: WSTORE2, la gestione dell’acqua innovativa per ottimizzare l’uso delle acque meteoriche disponibili nelle zone rurali delle zone costiere e non; AGRICARE, l’agricoltura di precisione applicata agli scenari dell’agricoltura di oggi e del futuro; HELPSOIL, come valorizzare ed applicare l’agricoltura conservativa in Veneto e nella pianura padana per dare vantaggi all’agricoltura e all’ambiente in generale.
L’azienda ospita infi ne due importanti attività nel campo delle bioenergie:
– un impianto di produzione di energia termica che utilizza il cippato prodotto dal legno proveniente dalle formazioni forestali presenti in azienda;
– un impianto per la produzione di olio vegetale puro da olio di colza per far funzionare i trattori con energia rinnovabile

Azienda aperta – protocolli aperti
Tutte le prove sperimentali e dimostrative presenti in azienda sono sempre visitabili secondo l’approccio “azienda aperta, protocolli aperti”, che consente ai portatori di interesse di conoscere e valutare di persona le prove in atto nell’arco dell’intera stagione e di fornire anche utili suggerimenti sui protocolli sperimentali.

PROGETTO LIFE+ AGRICARE (LIFE13 ENV/IT/0583)
Introducing innovative precision farming techniques
in AGRIculture to decrease CARbon Emissions

L’introduzione delle tecniche innovative di agricoltura di precisione per diminuire le emissioni di carbonio
Veneto Agricoltura, Maschio – Gaspardo, ENEA,
Dipartimento TeSAF – Università degli Studi di Padova

Obiettivi
L’obiettivo generale del progetto è quello di dimostrare che l’applicazione di moderne attrezzature meccaniche ed elettroniche (agricoltura di precisione) alle tecniche di agricoltura conservativa possono dare una risposta significativa in termini di riduzione dei gas serra e di protezione dei suoli per la conservazione o l’aumento della sostanza organica e per la prevenzione dai fenomeni di degrado; al contempo garantendo una sostenibilità agronomica ed economica all’azienda agricola.
L’obiettivo viene perseguito tramite le sperimentazioni presso l’azienda pilota e dimostrativa Vallevecchia di Veneto Agricoltura (benefi ciario coordinatore) e la valutazione della trasferibilità e riproducibilità su altri sistemi agricoli italiani ed europei.
Le nuove tecnologie dovranno consentire di mettere insieme, in sinergia, i benefi ci dell’agricoltura di precisione (razionale applicazione dei fattori produttivi ed eliminazione delle sovrapposizioni di distribuzione) e quelli della minima o non lavorazione.

Descrizione del protocollo
In sintesi le attività prevedono:

      • testare e dimostrare in sistemi colturali diversi, i vantaggi di macchine per la minima lavorazione e per la semina su sodo gestite secondo tecniche di agricoltura di precisione, comparati, in analoghe condizioni, con le tecniche convenzionali. Il progetto prevede anche di analizzare le motivazioni che ostacolano la diffusione delle tecniche innovative in contesti pedologici e colturali diversi.
      • valutare tramite modelli “suolo, pianta, clima” i benefi ci delle tecniche innovative in ambiti differenziati e con colture diverse e valutare, attraverso analisi LCA, i benefi ci ambientali globali diretti ed indiretti della diffusione di tali tecniche, in relazione alle politiche di riduzione delle emissioni di gas serra.
      • analizzare e valutare la sostenibilità economica aziendale degli investimenti necessari per adottare le nuove tecnologie e valutare tramite sistemi GIS, attraverso le mappe pedologiche ed opportuni algoritmi l’estendibilità in Italia delle soluzioni testate.
      • dimostrare tramite giornate tecniche agli operatori del settore le innovazioni relative alle macchine operatrici e all’agricoltura di precisione.
      • introdurre i risultati intermedi e fi nali del progetto all’interno delle principali piattaforme europee per l’innovazione e la sostenibilità in agricoltura per indirizzare modelli agronomici virtuosi per la protezione delle funzionalità dei suoli (oggetto anche della campagna di divulgazione nel periodo AFTER-LIFE).